Vi trovate qui: Home » LeArt’ World Music » Linda Valori

Linda Valori

Linda Valori, precedentemente conosciuta a livello artistico come Linda, è una cantante italiana nata a San Benedetto del Tronto, il 3 settembre 1978. Scoperta da Simona Ventura e Tony Renis, partecipa al Festival di Sanremo nel 2004 con ”Aria sole terra e mare”, conquistando il terzo posto. Nello stesso anno è protagonista al Festival del Mediterraneo, classificandosi al 1° posto. Nel 2005 partecipa al reality show Music Farm , successivamente pubblica il suo primo album ”La forma delle nuvole” contenente anche il singolo ”Domani stai con me” e sempre nello stesso anno vince anche il concorso canoro internazionale “Cerbul de Aur” a Brasov – Romania. Nel 2007 partecipa allo spettacolo televisivo e teatrale “Tutte donne tranne me” di Massimo Ranieri, con cui incide la cover della nota canzone di quest’ultimo ”Se bruciasse la città”. Nell’estate del 2008 pubblica il singolo ”Pasolini scrive”, scritto da Maurizio Fabrizio, mentre nel 2010 è stato pubblicato il suo secondo album ”Tutti quelli”. Nel 2013 dopo alcuni anni di collaborazione con una importante società di produzione americana di Chicago (IL), uscirà un altro album dal titolo ”Days like this”.

RECENSIONE DI RON WYNN

Linda Valori può cantare qualsiasi cosa con stile e grazia. E’ dotata di grande estensione, un suono splendido e una esecuzione impeccabile e fluida allo stesso tempo. Ha inoltre un’altra qualità speciale che non può essere appresa: una vera profonda sensibilità. Sebbene abbia cantato pop, lirica e jazz, i suoi veri amori di Linda Valori sono il blues e l’ R&B puro – non quello stile greve che oggi domina le Radio, ma il tesoro classico degli ultimi 70 anni che ha influenzato l’essenza di tutta la musica popolare. Un italiano potrebbe considerare strane queste preferenze musicali, ma Linda non vede nulla di strano in tutto questo. “Non sono stata io a scegliere di cantare il blues,” sostiene la Valori. “Il blues ha scelto me! E’ sempre stato così naturale. Ho provato tanti altri generi, ma il blues e l’ R&B sono sempre stati il mio primo amore; hanno sempre fatto parte di me”.  [Continua…]

Biografia completa

Già nel 1995 è attiva nel mondo della musicale, quando vince il 2º premio della critica al Concorso Nazionale “Una nuova voce italiana” tenutosi a Milano. Dopo cinque anni, nel 2000 partecipa al Concorso Nazionale “Voci Nuove” vincendo il premio per la migliore espressione vocale oltre che a risultare vincitrice assoluta e superare le selezioni del programma Popstars andato in onda su Italia 1. Nel 2002 vince il premio Mia Martini: Giovani per l’Europa, e nel 2004, a marzo, partecipa alla 54ª edizione del Festival di Sanremo con la canzone “Aria, sole, terra e mare”, classificandosi al terzo posto della classifica generale Big. Dopo il successo di Sanremo Linda viene chiamata a partecipare a numerosi appuntamenti di notevole rilievo. Primo tra questi l’esibizione del 1º aprile 2004 per il Papa Giovanni Paolo II, davanti ai 20.000 giovani arrivati in Piazza San Pietro in Roma in occasione della Giornata Mondiale della Gioventù. Pochi giorni dopo a Roma, in Piazza San Giovanni, ha partecipato all’atteso concerto “50º Canzonissima” per la RAI. La seguente estate si rivela particolarmente ricca, grazie anche a numerosi concerti in giro per l’Italia, ed è stata tra i protagonisti di “Una voce per la pace” a San Giovanni Rotondo, e ancora, a Sanremo Estate. Invitata a partecipare al “Festival Giovani Artisti per la Pace” di Assisi è stata insignita del premio “Giovane artista per la pace”.

Il 4 settembre è stata chiamata a cantare nuovamente per l’arrivo del Papa Giovanni Paolo II a Loreto, nelle Marche, in occasione del meeting dell’Azione Cattolica, e dopo diversi concerti in giro per l’Italia programma anche delle tappe all’estero, con una tournée negli Stati Uniti d’America, dal 24 al 30 settembre, dove è stata impegnata con una serie di concerti di notevole prestigio. A dicembre è di nuovo negli Stati Uniti d’America con Sanremo nel mondo (Atlantic City).

La sua solarità ed energia vocale si sono fatte notare anche nella notte del 31 dicembre 2004 con il mega-show “L’Anno che verrà” organizzato da Raiuno a Rimini per salutare il vecchio anno.

Nel febbraio 2005, dopo diverse apparizioni in programmi televisivi della RAI, è stata scelta per entrare a far parte insieme ad altri dieci cantanti italiani del cast di Music Farm, il reality show di Rai 2 tutto dedicato alla musica. Il 28 maggio dello stesso anno, a Bari, in occasione del Congresso Eucaristico dove l’artista ha avuto l’opportunità di cantare per la giornata di festa organizzata per l’arrivo del Pontefice Benedetto XVI. Il 10 giugno 2005 pubblica il suo primo album “La forma delle nuvole”, prodotto da LEART che vede collaborazioni di profilo internazionale. Linda si cimenta nello stesso anno in un progetto lirico  (Messa Umilis)  a Castel Gandolfo in Roma.

Nel settembre è ospite in occasione della Giornata Mondiale della Gioventù a Colonia, mentre nel mese seguente sbarca all’estero e si posiziona prima nel concorso internazionale “Cerbul de Aur”, a Brasov, noto festival rumeno. Ha inoltre interpretato la colonna sonora del nuovo cartone animato della Walt Disney “Chicken Little” in uscita nelle sale cinematografiche italiane dal 2 dicembre. In questo ruolo Linda sostituisce la grande voce di Patti LaBelle nel brano ”Muoviti”. In concomitanza con l’uscita del film viaggia di pari passo il lancio del suo nuovo singolo, “L’anima che ho”, tratto dall’album “La forma delle nuvole”.

Nel 2006 inizia il sodalizio con Massimo Ranieri che  oltre alla trasmissione di RAI 1, ‘Tutte donne tranne me”, seguirà Masismo Ranieri, in vari appuntamenti in giro per L’Italia: Napoli, Venezia, Roma e tante altre ancora…

Nell’estate 2008 ha pubblicato un nuovo singolo, ”Pasolini scrive”, scritto da Maurizio Fabrizio.

A capodanno 2009 partecipa come cantante alla trasmissione Rai L’anno che verrà a Rimini condotta dal presentatore Carlo Conti.

Nell’autunno 2010 presenta il suo singolo ”Quelli che”, brano che anticipa la pubblicazione del suo secondo album, ”Tutti quelli”.

Nel 2011 viene chiamata dalla United Colors Of Benetton per interpretare una canzone della grande Nina Simone (Ain’t got no I’ve got life) che verrà poi inserita come colonna sonora di un loro spot pubblicitario della collezione di abbigliamento autunno/inverno dello stesso anno.

Successivamente ha duettato insieme al cantante Gatto Panceri in Ancona in occasione del XXV Congresso Eucaristico Nazionale e nel periodo compreso tra fine dicembre 2011 e gli inizi di gennaio 2012 ha cantato per ben tredici puntate al programma televisivo RAI – ”Domenica In” condotto da Lorena Bianchetti.

Nel gennaio 2013 esce l’album ”Days like this”. Questo prodotto è stato realizzato dalla società Leart’ world music che ha accompagnato Linda sin dagli esordi. Per questo progetto la società si è avvalsa della collaborazione artistica di Larry Skoller – detentore di ben due nomination ai Grammy Awards e di musicisti di fama internazionale del calibro di Keith Henderson (chitarra), Tim Gant (tastiere), Bill Dickens (basso) e Khari Parker (batteria) i quali vantano collaborazioni artistiche che vanno da Aretha Franklin e Stevie Wonder, fino a Beyoncé e Raphael Saadiq. Il mixaggio, registrazione e masterizzazione sono stati affidati all’Ing. Blaise Bartonvincitore nell’anno 2010 di un Grammy Awards nella sezione Engineers/mixers – categoria “Best traditional blues album”.

Linda Valori attualmente è nota e rispettata in Europa; ora è pronta a conquistare anche gli ascoltatori americani.

Frank Roszak Promotions, di Los Angeles (USA), commenta:

I 12 brani di “Days like This” abbracciano la gamma di influenze blues/soul/r&b di Linda Valori mentre si immerge in nuovi e freschi sprazzi blues Chicago-style , l’ R&B vecchio stampo, così come versioni inventive ed efficaci di materiale contemporaneo basato sul R&B. Ci sono canzoni di Janis Joplin (“Move Over”) e Van Morrison (la splendida apertura “Days like This”) così come di Ike Turner (“The Way You Love Me”). Ci sono numeri in cui l’incalzante spirito soul viene alimentato da una sezione fiati che comprende Marqueal Jordan (sax tenore) e Doug Corcoran (sax baritono, tromba). La tagliente armonica di Vincent Bucher fa volare in alto i pezzi più prettamente blues, mentre coristi come Mike Avery e Stevie Robinson aggiungono un’ampia bellezza e mordacità alle loro armonie. Skoller collega questi ingredienti musicali in un insieme unico e compatto, lasciando ampio spazio per l’elaborazione dei testi e la messa a punto. Gli arrangiamenti sono ordinati e incisivi, gli assoli ben disciplinati, ma allo stesso tempo memorabili , dagli esperti tocchi di chitarra di Luca Giordano in “So Doggone Good” all’altrettanto gustoso e pungente supporto di Mike Wheeler in “I Idolize You” e “I Smell Trouble”, uno dei numerosi pezzi di risalto.

Eppure, nulla di tutto questo avrebbe avuto valore se Linda Valori non avesse fornito quella necessaria potenza vocale. Lei c’è riuscita. La sua vocalità passa da toni appassionati ed animati, a quelli più ironici, incalzanti o introspettivi; addirittura riesce di tanto in tanto a slittare verso una modalità più lenta, che risente delle flessioni reggae. Non ci sono dubbi sul fatto che abbia ascoltato la trionfante versione di Bobby “Blue” Bland di “I Smell Trouble” e in questa lei ne accelera il furore vocale. Mentre I fraseggi di Wheeler scalpitano nello sfondo, la voce di Linda Valori emerge in modo magistrale ed espressivo, facendo sì che il tono del messaggio di un imminente disastro risuoni durante tutta la performance. Senza dubbio i fan di Joplin riconosceranno il merito a Linda Valori per la sua versione di “Move Over” e, sia essa sensuale (“Your Love Is So Doggone Good”), desiderosa di superare l’angoscia (“Pain”) o dispensatrice di saggezza romantica (“After Laughter”, “Don’t Get Me Wrong”), la voce della Valori possiede quella passione e convinzione necessarie a puntualizzare e riaffermare qualsiasi emozione. Allo stesso modo è sincera ed esplosiva nel duetto con Mike Avery sul finale, “If I Can’t Have You”, che percorre quella sottile linea tra la tragedia epica e il pathos profondo che sono alla base di molti classici blues. Questa versione non affonda nella pietà, ma documenta un profondo desiderio di amore e felicità, l’equivalente blues della ricerca della salvezza tipica del Gospel.

Linda Valori è nota e rispettata in Europa; si è esibita quattro volte dinanzi a tre diversi Papa

(Papa Giovanni Paolo II e Papa Benedetto XVI e Papa Francesco).

Ora è pronta a conquistare gli ascoltatori americani. “Sono proprio contenta di pubblicare questo album proprio ora”, afferma la Valori. “Ho investito molte energie su di esso, e altrettanto ha fatto il mio team. Credo fortemente in questo nuovo album e spero che la gente negli Stati Uniti apprezzi quello che faccio. Non vedo l’ora di mettermi in cammino e cantare per il pubblico americano per promuovere questo disco, e soprattutto di relazionarmi con gli Stati Uniti come artista, visto che è da molto tempo che sogno di condividere la mia musica con l’America.”

Chiunque ami la musica e il blues in particolare sentirà come Linda Valori canta con energia e vera passione. Non imita nessuno – per lei le canzoni blues e R&B sono parte integrante della sua vita proprio come lo sono per gli artisti blues americani.

Linda Valori è una realtà vera.

WWW.LINDAVALORIOFFICIAL.COM

Contributi video: